2.10.06

Sono impreparato a tutto quelo che sta per accadere. Sono qui, in questo pozzo, a pensare a dove è finito il mio bagaglio di esperienze. All'areoporto mi bloccano, gli sbirri aciduli sono precisi e chirurgici nell'analisi della mia esperienza. Mi saggiano, mi analizzano, fanno domande terribili a cui solo io o un hacker fascista potrebbero rispondere...è bizzarro ritrovarsi a ricordare come si chiama l atua vicina di casa o di che colore era il ragnetto che sboccò sangue quell'estate a Rispoli durante la mostra di Francesco Roviello...ecco risposi a tutte le domande come se io fossi me...tutto ok quindi? Faccio al mio caro sberlone in anfibi dentati. Quello stringe il mio passaporto e dice: "Sì il suo bagaglio d'esperienza è in ordine, ma sa, con il sentimento di insicurezzza che corre in questi anni, sono state promulgate nuove leggi ch eci impediscono di farla passare?"
"Cosa ma io ho un appuntamento di lavoro della massima importanza a Minneapolis!" mentì ma non sentii la tipica fanghiglia post menzogna che si abbarbica alle palle...
"Caro signore non si alteri non sono io che secerno le leggi"
"per la grazia del Signore Onnipotente! Altrimenti questo paese sarebbe pieno di bambini sbirri col pene arrotolato nel cuoio anaeastico e ci sarebbe l'obbligo di farsi crescere i baffi alla Frederick Bulsara..."
Lo sbirro non capì il 50 per cento di quello che dissi dato che gli parlai in un linguaggio che solo io e il mio hacker fascista capiamo. Ma probabilmente la combinazione "pene arrotilato" anche se codificata non sfuggi al fiuto promiscuo della sua animaccia laida e pecoreccia.
Chiamò un paio di colleghi e senza dire un aparola mi fece arrestare con l'accusa di aver un bagalgio di esperienze in regola ma troppo pesante per il volo...figlio di puttana! Nemmeno il coraggio di ammettere che lle mie teorie che l'omicidio di JFKennedy fosse correlato con la morte in orbita della cagna (bitch) Laika Monroe lo avessero ridotto ad un crostaceo rettilineo sul mio cranio che urlando sedici bestemmie inventate da un rabbino che morì di occhi cavati bestemmiando i cento Cespugli Infuocati di Marapea striscia incapace di comprendere le sue azioni fino all'orlo dello stagno da cui cento milioni di anni prima i suoi progenitori scannati e monocellulari rotolando e sacrificando la maggior parte di loro decisero di sfidare il naturale procedere degli eventi ed iniziare a respirare il fottuto ossigeno dell'aria tramite una sorta di zampogna elettrica adattata per l'occasione a nuovo organo traspiratorio chiamato da un eunuco-nomenclatore della corte retrograda del re Abbaramoutto: Polmoni.
veramente non capisco. Scusate. Io cioè però kataklò