16.8.06

discorso sul secondo comandamento

Erano decenni che Kraken non si faceva vivo. Qualcuno diceva che si fosse arruolato nelal legione straniera, quella di stanza a Marakech piena di arabi finocchi e inglesi mezzo sangue con qualcosa di troppo lercio sulla fedina penale per circoalre per la città senza volatarsi le spalle ogni dieci passi. Altri affermavano di averlo visto in fila presso il Sancto Uffizio Svizzero in tento ad apporre la sua firma sull'infame documentato che lo inchiodava senza scampo al sacro esercito pontificio. Molti dissero: "no non è possibile, kraken vestito così tipo ricchione in gita a Vieste... no non ci credo". Fatto sta che di Kraken si perserò le tracce per tre decenni. Suo nonno, oramai propietario dell'80 % delle case di riposo della città nonchè ospite della più merdosa - si era completamente imballato il cervello tra Formaldeide e Alzehimer, lo riconobbe un giorno in televisione: vestiva di bianco, era il Papa. Gli amici di Kraken non ebbero alcun dubbio, doveva aver ucciso il pontefice che l'aveva precedeto e avergli usurpato il trono secolare. Era rimasto il solito figlio di puttana di un tempo. Quello che ra strano che Kraken era completamente differente rispetto al precednte papastro - salito al soglio col nome di Stanislaski III - addirittura costuiu era un creolo dagli occhi azzurri senza un orecchio, mentre il Krak era... beh sapete tutti com'è il Kraken il bozzo del suo nerbuto frustino dell'amore sporgeva da sotto le vesti talari addirittura! ma il pianeta sembrava non accorgersene. Solo gli amici ed il nonno di Kraken attribuivano a quel ghigno da ricettatore la sua origine stradaiola, mentre il resto del mondo si piegava alle sue sante parole. Che tanto sante non erano nemmeno. Attribuiva ai neri una certa carica sessuale che i bianchi dovevano usurpare con una guerra santa o una risoluzione dell'ONU. Aveva affibbiato a Condoleza Raize l'appellattivo di fica secca, farneticando che si riferiva al suo alto contenuto di energia sotto forma di Kilocalorie. Aveva processato per una seconda volta Giordano Bruno, riesumandone il corpo e giungendo al medesimo risultato: bruciato a campo dei fiori, diretta Tv a pagamento su canale satellitare. Il mondo lo osannava. Era come se il suo abito bianchissimo accecasse gli occhi di tutti e 5 i miliardi di stronzi e non gli facesse vedere che derelitto aveva in pugno il pastorale. Da parte loro gli amici di Kraken e il snonno continuarono a fare quello che facevano sempre: ubriacarsi e amanettarsi ai termosifone a pagamento.
Nella città d'origine di Kraken, dopo mesi,arrivò un nunzio apostolico che annunciava una sua visita.
Il nonno di Kraken aveva completato una raccolta punti dell'esercito ed era dovuto partire per la terza guerra mondiale, quella ceh si svolge in Oceania da deccenni ormai, in silenzio, senza che nulla trapeli, tra protoipi sofisticatissimi ed antichissime risorse sciamaniche. Gli amici accolsero la notizia ruttando.
ILnunzio disse che sarebbe stata una visita con sermone: una predica delucidante sul secondo comandamento. Il Nunzio venne derubato del portafoglio e il sindaco, perverso fan di Pasolini ed in tutto simile ad Aldo Valletti, decise di incularselo prima di rispedirlo in Vaticano con in tasca una banconota da cento.
Giunse Kraken sotto forma di Papa. In città non si conteneva la gioia. Pareva che nessuno riconoscesse lo stronzo che una volta andava in giro pisciando nei giardini, vomitando negli atri, cacando nei salotti bene.
Gli amici di Kraken all'apice della loro attività mentale organizzarono uno striscione con su scritto: - Ehi, ci devi dei quattrini! -
Kraken, che era salito al soglio con il nome di Kraken, scese dall'elicottero. Apparve tutto bianco di un pallore onirico, rapinante.
Gli fu preparato un pulpito tutto fervido di microfoni. Pareva the presidento of united barocchi d'america.
Sul talare aveva scritto a caratteri bianchi, ma più chiari, la frase -Yes god is in the house -, seppur papa era pur sempre Krak.
Iniziò a parlare, e tutte le telecamere ronzavano accese.
-Come detto oggi vi parlerò del secondo comandamento: ma una cosa dovete sapere, io non ricordo affatto il secondo comandamento.-
Nemmeno il pubblico effettivamente lo ricordava, solo una suora paleocristiana lo ricordava, almeno così diceva, ma venne fatta tacere in modo alquanto criminale. Il prete della chiesa dell acittà si rifugiò in campanile pronto a sparare all'impazzata sull'audience. GLi amici di Kraken, sconvolti da un vinello acido e vermiglio, erano più ferrati in ermeneutica. Nessuno sapeva questo fottuto comandamento dunque, e rimasero così, abbarbicati all agrande barba dell'onnipotente che come i capelli di Raperonzolo era discesa sulla terra dall'alto dei Coeli.
Kraken tirò fuori un revolver, ma tutti lo scambiarono per lo strumento che si usa per benedire le case e deumidificare gli ambienti, e senza colpo ferire - s enon a se stesso - si tirò una pallottola in testa.
Aveva scritto le sue ultime volontà su di un folgio A4 che venne però venduto senza pietà su ebay da un inserviente che ci ricavò i soldi per l'ultima dose di Atropina che lo menò sulla strada stordente della morte per intossicazione, quest'ultimo aveva lasciato anch'egli un testamento su di un foglio da bar che venne però raccattato dalla sua vicina per pulire la cacate che il suo gatto siamese non ancora educato aveva abbandonato sullo zerbino, la vecchia schiattò poco dopo di Toxoplasmosi, e anche lei aveva lasciato le sue estreme volontà tatuate sulla pelle del suo fottuto gatto siamese che però s'era involato; dagli erdei venne reclutato Philip Marlowe in persona per recuperarlo ma questi sfortunatamente venne ucciso in una rissa in una locanda per futili motivi.

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home