29.4.06

Artista sconosciuto!

Un sonetto, una poesiola, una filastrocca non so casa cazzo sia, comunque una fonte ignota ha voluto regalare una perla al più grande pesciolone degni oceani.

Sono Kraken, sono grande e grosso
Nuoto, nuoto sempre più giù
Dove la luce non arriva più
Le Marianne son la mia dimora
Arrivo a toccarne il fondo
In poco meno di mezzora.

Tante volte mi diletto a spaventare
I pescherecci in alto mare
Che spesso e volentieri
Preferisco divorare.

Sono forte, incuto timore
Non ho paura dell’arpione
Tanti Capitan senza paura
Ho stritolato con disinvoltura
Facendo sempre bene attenzione
Che finissero vivi
Sotto i miei denti fini e aguzzini!

Sono Kraken, sono grande e grosso
Lo ribadisco con decisione
Sul mio occhio ci metto la parola
Non c’è nessuno che me mi metta paura!

1 Comments:

Blogger kraken said...

si nell'abisso con il Kraken!
Sì tutto in simpatia nel tempietto negletto del krakenetto!
Sì il mio sogno nel cassetto!
Sì il mio sidro perfetto è solo quello che viene dal Kraken Trinchetto!
Ah il sidro!
Ah il sidro perfetto!
ah le sidrò Perfettò!

Molto bene Cane Krakenico, molto bene, continua con i tuoi genitalia...
Cosa accadrebbe se il Kraken incontrasse ilnostro comune amico Cristian Bugatti?

In fede
Fanculo

9:09 PM  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home