17.3.06

ANSA-ANSA-ANSA-ANSA-ANSA-ANSA-ANSA-ANSA

Lester Bangs sobbalzò sulla poltrona leggendo il televideo di mtv. La notizia era una bomba: avevano arrestato Kraken e Jack Bass. ! (ci voleva, un punto esclamativo eccheccazzo).
i Fatti: Kraken era da giorni in fila davanti alle poste per cercare di regolarizzare la propria posizione di extracomunitario militante. Com'è la chiamavano in giro sta legge? Fossi-Mini? Rossi-Kini? Ossi-Vini? Sti cazzi, Kraken s'era accampato alla grande: il suo kit comprendeva: un plaid scozzese tarmato, Kerosene, mazzo di carte napoletane, radio a batterie, mappatella, bottiglione di Thundrbird nuovo di zecca e intonso, contratto di alvoro regolarmente fornito da Jack Bass, che, da buon postino, l'aveva fregato a tale Muhammad.
Kraken-Muhammad passò la notte a bere vino a suonare vechi delta blues soffiando nell'armonica il suo fiato pesante, e masturbandosi nel sacco a pela al sorgere del sole. In perfetta forma, era terzo allo sportello: davanti a lui l'Imam del quartiere e il kebabbaro zozzo.
arrivato il suo turno, aveva conseganto il contratto di Muhammad all'impiegata, tale stronza che anche il padreterno aveva provato un brivido di piacere nell'obliareil suo nome. Ma qualcosa era andato storto, stranamente. Forse colpa della scarsa somiglianza tra la foto di Muhammad e il volto rubizzo di Kraken, forse colpa degli insistiti occhilini che Jack Bass gli lanciava ogni volta che passava, forse colpa di Cornelio Nepote, chi può dilro? sta di fatto che la polizia aspettava Kraken all'uscita, nella machina senza contrassegni un Jack Bass ammanettato e abulico.
Kraken sorrise con prustiano piacere nel risentire il rumore della sirenza accesa per farsi largo nel traffico intasato.

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home