5.2.06

Portate vostra madre nella camera a gas!

Kraken procedeva nella sua cura di disintossicazione da ogni sentimento umano a grandi passi gulliveriani.
Per prima cosa aveva dato fuoco ai suoi vestiti nuovi, sfruttando le fiamme per soddisfare il suo improvviso appetito e arrostire dei feti di cozze al sesto mese.
In mutande e t-shirt di catrame, jeans di asteroidi e occhiali scuri, Kraken si era sdraiato sul letto, ed era andato avanti col programma:
1) Dare il culo più volte al dì, ma sempre dopo i pasti.
2) Tagliarsi le mani e cavarsi gli occhi (prontamente riformatisi per partenogenesi) e inserire i cavi elettrici scoperti dell'ipod nei padiglioni auricolari (recchie).
3) Attivare la modalità "ripeti fino all'alienazione" e mettere physical graffiti.
4) Assumere acidi K., miscuglio post-hippy di acido da batteria, metedrina e vitamina E.S.P.
7) Barcamenarsi tra ieri&Yesterday, tra paranoia&Paranoid, cercare degli amici e trovare Frends.
8) Farsi crescere i capelli in modo capillare e radersi le gambe e l'inguine.
9) Rivivere costantemente apologie del Vietnam e della Corea.
Tuttavia, fuori il mondo continuava nella sue solite attività atte ad attestare l'attesa dell'attimo attuale e attivo ma attanagliato da attenzioni atterrate. Jack Bass continuava a portargli regolarmente la posta infilandola sotto la porta e dandosela a gambe; Lester cercava di recensire Marble Index da 11 mesi; Bagascio raschiava il fondo del suo barile di culi e Venus in Furs; Howard Hughes respirava aria compressa ed etilene e carcasse di bufali; Pollyanna entrava in sala operatoria per sotttoporsi ad un intervento di isterectomia; Lou Reed lavorava a Transformer succhiando con attenzione e dedizione il cazzo di David Bowie, che a sua volta godeva della penetrazione di Jhonny Cash e Max Weber; Ozzy Osbourne si incontrava segretamente con Solomon Burke per fondare una nuova chiesa per morti viventi, quindi per tutti tranne Baglioni; Mingus aveva l'illuminazione del segreto di Duke Ellington e Duke insegnava a Coltrane come cazzo si suona In a sentimental mood.
L'unico a dare concreti segni di cambiamento era Nelson Mandela, che finalmente era riuscito a farsi cambiare il colore della pelle: da sbiadito oriundo pescarese aveva acquisito sembianze negre da Harlem, anche se di questo cambiamento non si era giovato il suo pacco, sempre di dimensioni modeste e insufficienti persino a dare un'orgasmo ai buchi della serratura.
A quel punto, lo stronzo in caduta libera di Kraken-seduto-sul-cesso parlò con la voce di Villon, intimando all'ano di Kraken e per osmosi a tutto il suo essere di mettere in vendita su ebay la sua anima.
Dopo un ragionevole tempo di riflessione, alle 14:87 precise, Kraken si collegava e vomitava sul web inserendo l'annuncio relativo a un anima desafinada ma mccoytyneriana e comuqneu utile come zerbino e carta da parati; quel cialtrone intellettuale di Charlie Manson abboccò immediatamente e fece subito un'offerta, salvo pentirsi dopo aver visionato le radiografie spontaneamente allegate da Kraken a descrizione del prodotto, e incazzandosi addirittura nel leggere le modalità di consegna dell'oggetto, che prevedevano esclusivamente il ritiro presso l'obitorio emotivo della Nuova Caledonia, cella frigorifera alfacentauri, rumore di fondo rock end roll, Tijuana, chiedere di Manu Ciao o Caronte o Roman Polanski.

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home